Real Estate NewsLetters Archive

L'ottimismo nell'immobiliare al 5° posto nel sud della Florida

Il Sud della Florida è al 5˚ posto in termini di ottimismo nell’immobiliare

Per quanto riguarda il mercato immobiliare locale, sembra che i residenti del Sud della Florida siano tra i più ottimisti. Tuttavia, l’inizio del 2015 ha visto un calo nei livelli di ottimismo.

È stata effettuata un’indagine su 10.000 affittuari e proprietari per valutare lo stato di salute del mercato immobiliare. Secondo il campione degli intervistati, a Miami-Dade, Broward e Palm Beach, il mercato sembra essere in buone condizioni. Infatti, l’ottimismo riguardo al mercato immobiliare del sud della Florida si trova al 5˚ posto dopo Phoenix, Denver, Washington e San Jose.

L’ottimismo nel sud della Florida si trova al 5˚ posto negli Stati Uniti dopo Phoenix, Denver, Washington D.C. e San Jose nelle prime posizioni. Tuttavia, questo ottimismo è calato un po’ da Gennaio, quando Zillow ha pubblicato la sua prima indagine dell’anno. In quel mese, l’ottimismo dei residenti locali era al 2˚ posto nel Paese. Secondo il report di Luglio, la tendenza al declino dell’ottimismo ha riguardato tutti gli Stati Uniti.

Gli analisti di Zillow riportano questo calo dopo la ripresa esplosiva del mercato immobiliare dal suo crollo nel tardo 2000. “Il mercato immobiliare sta rallentando ed è comprensibile che anche l’ottimismo degli americani riguardo al futuro del mercato stia calando” ha scritto nel report Svenja Gudell, principale economista a Zillow. “Anche se in generale restano ottimisti, i proprietari delle case sono meno sicuri sul futuro rispetto a quanto non lo siano sul presente. Guardare i valori delle case sempre più elevati in mercati come San Francisco e Seattle potrebbe ricordare loro l’ultima bolla immobiliare.

Ma la buona notizia è che le cose si stanno stabilizzando senza nessun crollo in vista. Se i redditi aumentassero per stare al passo con il valore delle case (e questo è un grosso punto di domanda), le persone potranno permettersi di possedere una casa in futuro”. Infatti, gli intervistati del mercato di Miami hanno dato feedback misti.

Rispetto ad alcuni mesi fa, un’alta percentuale di affittuari hanno affermato di essere interessati all’acquisto di una casa entro il prossimo anno. Senza contare gli affittuari del Sud della Florida che hanno partecipato all’indagine, il 21% ha detto di avere in programma l’acquisto di una casa nei prossimi 12 mesi. Questo dato, registrato a Luglio, riflette un aumento dell’1% rispetto all’ultima indagine rilasciata a Gennaio. Nonostante questo aumento, pochi residenti credono che ora sia il momento giusto per comprare casa nell’area metropolitana di Miami (anche se più della metà afferma che lo farà).

Circa il 63% degli intervistati ritiene che il mercato sia maturo per comprare casa, mentre a Gennaio la percentuale era del 67%. Inoltre, stranamente, poche persone pensano anche che ora sia il momento giusto per vendere casa. Tra gli intervistati, a Luglio il 56% aveva affermato che era un buon momento per vendere casa. Si tratta del 60% in meno rispetto al mese di Gennaio.